SABATO PRIMO GIUGNO_«È strano scrivere, si è soli, ma è una solitudine ricolma di presenze, si riempiono fogli di parole che non si sa mai dove e a chi arriveranno, eppure sembra che tutti siano lì attorno in attesa. E sono strane anche le storie che si scrivono, loro vengono, spingono per essere scritte, e se ne vanno, scontrose e superbe». Andrea Nicolussi Golo, le storie le sa scrivere molto bene. Sarà lui il nostro “guardiano di stelle e di vacche” di Luserna a chiudere il Piccolo Festival della Cucina e della Cultura del Territorio. Staremo ancora una volta a tavola assieme nella suggestiva Baita del Bostel per incontrare l’autenticità dei sapori e dei saperi del territorio, assaggiando piatti con i prodotti locali e conoscendo di persona l’autore.


Bostel [bòstel], come scrisse l’Abate Agostino Dal Pozzo nelle sue Memorie Istoriche dei Sette Comuni Vicentini (1820), “è voce accorciata di BORCH _STÂ_ELLE” che rimanda al significato di luogo sicuro, “stalla, o ripostiglio da conservarsi le biade, e il fieno per l’inverno”. 


INFO E PRENOTAZIONI 347 4602639