LANGEZ KAMME BOSTEL_”Primavera al Bostel”. Un piccolo Festival della Cucina e della Cultura del Territorio. Il nome Bostel [bòstel] «è voce accorciata di BORCH _STÂ_ELLE» che rimanda al significato di questo luogo indicandolo come sicuro, protetto, “stalla, o ripostiglio da conservarsi le biade, e il fieno per l’inverno” (Abate Agostino Dal Pozzo). Il 17 maggio alla Baita del Bostel parleremo di leggende cimbre dei Sette Comuni gustando insieme l’autenticità dei sapori e gli antichi saperi del territorio. In questa terza serata incontreremo l’autrice Paola Martello: «Ho sempre pensato che l’Altopiano dei Sette Comuni, nonostante i dolorosi trascorsi storici che hanno spazzato via in poco tempo la cultura “cimbra”, sia rimasto un buon contenitore di vecchie leggende scandite dai luoghi che le riportano alla memoria, grazie anche ai toponimi rimasti nell’antica lingua». Con il suo ultimo libro, La porta del bosco, l’autrice ci invita a camminare per l’Altopiano per scoprire 24 percorsi tra luoghi per lo più sconosciuti che ci raccontano di antiche leggende cimbre. Tutte, proprio così come accade ogni volta torniamo al Bostel, ricche d’incanto.